caricamentoAttendere...
Nessuna traduzione disponibile!!!
it en
Nessun parametro inserito!!!

Le QUATTRO GIORNATE del CINEMA di NAPOLI: I premi

premi quattro giornate del cinema di napoliSi è conclusa domenica 27 ottobre nella suggestiva storica cornice del pienissimo teatro Mercadante di Napoli la prima edizione de “Le Quattro Giornate del Cinema di Napoli: Obiettivo Lavoro”. Il Festival, promosso e organizzato dall’Associazione “Autori in Primo Piano”, dall’Istituto Culturale del Mezzogiorno e dalla Società LuxArte, è stato realizzato con il patrocinio e il contributo della Federazione Unitaria Italiana Scrittori FUIS (costituita dal Sindacato Libero Scrittori Italiani CISL, dal Sindacato Nazionale Scrittori CGIL e dalla Unione Nazionale Scrittori e Artisti UIL), con il patrocinio del Comune di Napoli, della Regione Campania, della Campania Film Commission e dell’AGIS Campania, nonché del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la SIAE e le Organizzazioni Sindacali confederali CGIL, CISL e UIL della Campania

Tutti i premi assegnati dal Festival.

Per la sezione SCRIPT Sceneggiature per lungometraggi, la  giuria composta da Fausto Brizzi, Steve Della Casa, Chiara Laudani, Miriam Mauti, Anna Pavignano e Gino Ventriglia ha assegnato i seguenti premi:
 Primo Premio  "Solo chiudere gli occhi” di Massimo De Angelis
  • Menzione speciale ex-aequo:
  • Sottocoperta” di Simona Cocozza
  • L’altre stelle” di Fabrizio Nardi e Valentina Macaluso.

 
Per la sezione SCRIPT Sceneggiature per puntate pilota di serie tv, la  giuria  composta da Stefano Balassone, Pierluigi Frassineti e Angelo Guglielmi ha assegnato  i seguenti premi: 
 Terzo premio   “Ricomincio da qui” di Silvia Sardi e Lorenzo Ruggeri.
 Secondo premio  “San Valentino” di Giordano Bassetti.
 Primo premio  “Radio YAM” di Gian Luca Castaldi e Vincenzo Cavallo.
 
Per la sezione Lungometraggi, la  giuria composta da Valerio Caprara, Francesco Pinto, Mariano Rigillo, Giuliana Gargiulo ha assegnato i seguenti premi:
 Miglior film  “Benur – un gladiatore in affitto” di Massimo Andrei
 Migliore regia   “Esterno sera” di Barbara Rossi Prudente.
 Migliore sceneggiatura  “La guerra del maiale” di David Maria Putortì.
 
Per la sezione Documentari, organizzata in collaborazione con ArciMovie, la  giuria composta da Enrico Ghezzi, Antonio Borrelli, Marina De Chiara, Gabriele Frasca e Caterina Taricano ha assegnato i seguenti premi:
 Miglior documentario lungometraggio  “I morti di Alos” di Daniele Atzeni
  • Menzione speciale:
  • intero cast femminile di "Bad weather" di Giovanni Giommi.

 Miglior documentario cortometraggio  “Settanta” di Pippo Mezzapesa.
  • Menzione speciale:
  • a Pugliese, lo scrittore di "Tutto il resto è malacqua" di Giuseppe Pesce e all'edicolante di ME NE FREGO: DAL M.S.I. AD OGGI di Margi Villa.

 
Per la sezione Cortometraggi, la giuria composta da Ida Baucia, Giuseppe Borrone, Rocco Cesareo, Lucianna De Falco, Tony Stefanucci e i rappresentanti della Scuola di cinema di Napoli, di Pigrecoemme e di ASCI ha assegnato i seguenti premi:
 Primo premio  “La legge di Jennifer” di Alessandro Capitani.
 Migliore regia ex aequo  
Fratelli minori” di Carmen Giardina, Reset” di Nicolangelo Gelormini.
 Migliore sceneggiatura  “La paura più grande” di Nicola Di Vico.
 Miglior interprete  Nunzia Schiano per “Non è successo niente” di Chantal Toesca.
 
Per la sezione Animazione, la giuria  composta da Quinto Fabriziani, Adriano Solli e i rappresentanti della Scuola di cinema di Napoli, di Pigrecoemme e di ASCI hanno assegnato i seguenti premi:
 Primo premio  "Body memory" di Ulo Pikkov (Estonia).
 Secondo premio   "Luminaris" di Juan Pablo Zaramella (Argentina).
 Terzo premio   "Vendetta" di Andrea Lato.
 
Per la sezione Web Series, la giuria  composta da Valerio Aprea, Janet De Nardis, Valentina Leotta, Lello Masucci, Francesco Nardella ha assegnato i seguenti premi:
 Primo premio  “Soma” di Francesco Vitiello (Malatesta Film).
 Miglior regia  “Soma” di Francesco Vitiello (Malatesta Film).
 Migliore sceneggiatura  “Senza contratto” di Nicola Di Roma (Fili e lacrime).
 Migliore fotografia  “Cips a Forcella” di Pierfrancesco Borruto.
 Miglior montaggio  “Cips a Forcella” di Pierfrancesco Borruto.
 Migliore soggetto di serie  “Next stop” di Paolo Modugno (In Media Rec)
 
Per la sezione Videoclip, la  giuria, composta da Lucia Cassini, Rita Crudo, Cristiano Di Calisto, Zap Mangusta, Giuseppe Vitiello, Dario Volpe, Roberto Strino ha assegnato i seguenti premi:
 Primo premio  “Veng e patane” di Nello Giordano e Giuseppe Cicala.
 Secondo premio  “Una canzone banale” di Vyncent.
collaborazioni_1
collaborazioni_2
collaborazioni_3